Grande successo per il forum “Lo Sport per la disabilità” con oltre 2000 studenti collegati

0
543

“Yes I Can”. Anche grazie allo sport. E’ il messaggio che emerge in modo potente dal forum “Lo Sport per la Disabilità” organizzato da Stelle nello Sport nella magnifica cornice del Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale.

Dopo il successo straordinario dello “SportAbility Day” con oltre 500 ragazzi con disabilità che hanno potuto provare 25 diverse discipline sportive, la 22° edizione del progetto che trasmette cultura e valori dello sport si è chiusa con una straordinaria partecipazione (2000 studenti di cui 400 al Ducale e oltre 1600 in collegamento dalle scuole superiori e dal Corso di Scienze Motorie dell’Università di Genova).

A due giorni dalla Giornata Internazionale per le persone con disabilità, il forum di SportAbility ha acceso le luci su un mondo in cui lo sport è medicina e terapia straordinaria. Claudio Puppo (coordinatore della consulta regionale per l’handicap) ha fornito numeri interessanti. Solo il 6% delle persone con disabilità pratica sport contro il 36% dei cosiddetti normodotati. L’80% delle persone con disabilità rinuncia a una attività di inclusione sociale. “E’ li che dobbiamo lavorare – hanno sottolineato Ilaria Cavo e Simona Ferro, assessore regionali alle politiche sociali e allo sport – con progetti come questo che divulgano il valore e l’importanza di praticare sport, che mettono in contatto le famiglie con il mondo delle associazioni che portano avanti un lavoro di straordinaria importanza”.

“Ho toccato con mano cosa significa sentir dire da questi ragazzi Ce l’ho fatta!”, racconta Christian Puggioni. L’ex numero uno della Sampdoria, oggi impegnato nel Bic Genova al fianco di Marco Barbagelata e Giulio Attardi, testimonia il potere fondamentale dello sport “che insegna ad affrontare ogni tipo di difficoltà, sviluppando doti di resilienza”.

Ad affascinare la platea è stato Oney Tapia (due volte medaglia di bronzo ai Giochi di Tokyo 2020), già vincitore di Ballando sotto le stelle su Rai 1. Personaggio straordinario che ha regalato anche una splendida performance canora e che ha trascinato tutti i ragazzi facendogli capire che “la vita può sempre riservare soprese. Bisogna vivere tutti i giorni con passione e impegno, essere pronti a reagire a ogni imprevisto. E includere il prossimo, perché siamo tutti abili, ognuno a modo suo. Arrivo a dire che l’incidente che mi ha fatto perdere la vista è stato una benedizione. Ho iniziato a essere un altro Oney e oggi mi godo ogni attimo”.

Grazie allo sport non si pensa a quello che non si ha ma a quello che c’è. Questo un altro messaggio positivo che portano Francesco Bocciardo (doppio oro paralimpico a Tokyo 2020 nel nuoto) e Amanda Embriaco (finalista ai Mondiali 2021 di canoa paralimpica). Mostrano le medaglie di Francesco a Tokyo con grande orgoglio mentre Claudio Arrigoni, cantore dello sport paralimpico e firma prestigiosa di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, ammalia tutti con i video speciali di Rio 2016 “Yes I Can” con la versione di True Clors interpretata dalla British ParaOrchestra.

Ad aprire il forum gli interventi video di Luca Pancalli (presidente del Comitato Italiano Paralimpico) e Alessandra Palazzotti (direttore di Special Olympics Italia) con la presenza in platea di Gaetano Cuozzo (presidente Cip Liguria) e Alessandro Clavarino (coordinatore Special Olympics Genova).

Tanti contributo, interventi, immagini spettacolari. “Perché lo sport è vita, gioia, amicizia, condivisione” fanno capire Giulio Attardi (Bic Genova), Simone Spinelli e Carla Botta (We Play Football) e Fabio Incorvaia (Jet Ski Therapy). Con i loro progetti sono un quotidiano punto di riferimento per tantissimi ragazzi di tutte le abilità.

“Crediamo molto in questi valori – sottolinea Ilaria Cavo, assessore alle politiche sociali di Regione Liguria – tanto che ad ottobre la Giunta ha avviato un procedimento per la realizzazione di un Patto di Sussidierietà con il Terzo Settore legato a progettualità nella sfera dello sport sociale inclusivo”. “Vogliamo dedicare attenzione particolare allo sport paralimpico – commenta l’assessore regionale allo sport Simona Ferro – ed alle storie umane prima che atletiche di chi riesce a superare con impegno, abnegazione e costanza i propri limiti come qualsiasi sportivo fa”.

“Lo sport – sottolinea Francesco Bocciardo – ha una funzione primaria come opportunità di rinascita e crescita personale con benefici fisici, psichici e sociali. Per questo insieme agli amici di Stelle nello Sport sono sempre in prima linea per diffondere nelle scuole i valori dello sport di tutte le abilità”.

Una mattinata di forti emozioni. I partecipanti hanno anche potuto visitare l’emozionante mostra fotografica “SportAbility” curata da Cristina Corti che dal 2019 ha iniziato un prezioso viaggio tra le Associazioni liguri che promuovono lo “sport di tutte le abilità”. Un racconto fotografico ricco di valori.

“Siamo orgogliosi di aver chiuso un anno così intenso e ricco di eventi con questo forum di livello internazionale”, chiude Michele Corti, presidente dell’Associazione Stelle nello Sport e moderatore della giornata. “Abbiamo coinvolto più di 13.000 studenti nel corso dell’anno e con il nuovo canale www.sportabilityliguria.it abbiamo iniziato un nuovo percorso che permetterà a molte nuove famiglie di conoscere storie, eventi e notizie che permetteranno a molti ragazzi con disabilità di avvicinarsi a questo mondo così straordinariamente inclusivo. Oggi davvero possiamo dire Yes, we can”.