Presentato in Comune il 15° Trofeo Zita Peratti Special Olympics

0
521

Torna anche quest’anno a Genova, sabato 25 e domenica 26 novembre, l’appuntamento con il Trofeo Zita Peratti Special Olympics, il trofeo sportivo internazionale di ginnastica artistica femminile/maschile e ginnastica ritmica unificata per atleti Special Olympics, dedicato a persone con disabilità intellettive, giunto alla 15^ edizione e organizzato da GSD Cornigliano e ASD Tegliese.

Per due giorni, sul palcoscenico del Paladiamante di via Maritano, a Genova Bolzaneto, saliranno 150 atleti provenienti da Italia, Germania, Grecia, Norvegia e Svizzera, nel quadro di un evento sportivo di rilevanza internazionale patrocinato da Comune di Genova, Regione Liguria, Città Metropolitana di Genova, Federazione Ginnastica d’Italia, Coni Liguria, Unione Nazionale Veterani dello Sport, Special Olympics Italia, Centro Europe Direct del Comune di Genova e Commissione Europea, sotto l’altro patrocinio del Parlamento Europeo e in collaborazione con Stelle nello Sport.

Il ricco programma del XV Trofeo Zita Peratti comincia alle ore 10.00 di sabato 25 novembre con l’arrivo delle delegazioni. Quindi, dopo il pranzo di gruppo presso la sede del GSD Cornigliano, in via Cervetto, a partire dalle 14.30 spazio agli atleti con le gare su due attrezzi di ginnastica artistica e ritmica. In serata, cena collettiva offerta dal Centro Europe Direct del Comune di Genova e la festa della cerimonia di apertura in programma nel Salone di Maggior Consiglio di Palazzo Ducale con la sfilata e la premiazione dei team, interventi delle autorità, esibizioni e balli di gruppo.

Durante la cerimonia atleti e accompagnatori si sposteranno tutti insieme in piazza De Ferrari per accogliere l’arrivo delle bandiere italiane ed europea (con la riproduzione dei relativi inni ufficiali) e della fiaccola scortata dai motociclisti della Polizia di Stato. Quindi, dopo l’accensione del tripode, ci saranno i giuramenti di atleti e volontari.

La manifestazione prosegue domenica 26 novembre alle ore 9.00, sempre al Paladiamante, con la gara sul terzo attrezzo di ginnastica artistica maschile e femminile, ginnastica ritmica unificata e programma Young per giovanissimi atleti, seguita dalle premiazioni e dall’assegnazione del XV Trofeo Zita Peratti. Nel pomeriggio, per atleti e accompagnatori, visita al 6° reparto mobile della Polizia di Stato di Bolzaneto.

«Il Trofeo Zita Peratti è un’assoluta eccellenza del mondo dello sport e di tutta la città – dichiara l’assessore comunale allo sport Alessandra Bianchi Dietro a questa manifestazione c’è uno straordinario lavoro di inclusione sportiva, culturale e sociale portato avanti ogni giorno da realtà storiche del nostro territorio quali GSD Cornigliano e ASD Tegliese, impegnate da molti anni nella promozione dello sport e in particolare della ginnastica tra le persone con disabilità fisica e/o intellettiva: uomini e donne, giovani e anziani che praticando un’attività motorio-sportiva sviluppano le proprie capacità fisiche, mentali e sociali, con importanti benefici dal punto di vista umano e relazionale. Inclusione sociale e accessibilità sono due valori fondamentali alla base di Genova Capitale europea dello Sport 2024, che vedrà, infatti, un ricco cartellone di appuntamenti ed iniziative finalizzate alla promozione di attivista sportiva per tutti con lo scopo di abbattere ogni tipo di barriera. Obiettivo che, come Assessorato comunale allo sport, perseguiamo affinché tutti gli impianti sportivi cittadini possano diventare sempre più accessibili».

«Regione Liguria sostiene il Trofeo Zita Peratti, apprezzandone il ruolo significativo che riveste per la promozione a livello nazionale e internazionale dello sport inclusivo – aggiunge l’assessore regionale allo sport Simona FerroQuesta manifestazione, che può contare su numeri davvero importanti e sul sostegno dei principali partner italiani ed europei, permetterà di assistere alle esibizioni di grandi campioni che ci insegnano, ancora una volta, come sia sempre possibile superare gli ostacoli, anche quando sembrano insormontabili, grazie alla costanza, al coraggio e alla determinazione. Un bellissimo messaggio per i nostri giovani e per le tante famiglie liguri che si trovano ad affrontare una condizione di disabilità. Noi, come istituzioni, cercheremo di continuare a fare il possibile per mettere tutti quanti nelle migliori condizioni per fare sport, senza distinzione di età o abilità».

«Ho avuto il piacere tanti anni fa di conoscere Zita Peratti, una persona apprezzata dal mondo sportivo e non solo per il suo impegno appassionato a favore della ginnastica e in particolare delle persone con disabilità fisiche e intellettive – racconta il presidente del Coni Liguria Antonio MicilloUna grande donna il cui ricordo viene tramandato alle nuove generazioni da due associazioni benemerite del territorio genovese che, con il loro lavoro, promuovono concretamente l’inclusione sociale dei disabili attraverso lo sport».

Il comitato organizzatore dell’evento è composto da due realtà storiche della scena sportiva genovese come GSD Cornigliano e ASD Tegliese.

Fondato nel 1978, da circa 40 anni il GSD Cornigliano organizza tra gli altri corsi ginnastica per bambini in età prescolare e over 65: inoltre, da una decina d’anni, promuove attività dedicate a persone con disabilità intellettiva. Anche la ASD Tegliese, nata nel 1977 come centro di formazione fisico-sportiva su iniziativa di un gruppo di genitori, offre corsi di ginnastica formativa per bambini, anziani e persone con disabilità, svolgendo le sue attività presso il Paladiamante e l’IC Teglia.

Tra le principali animatrici delle due società – e storiche organizzatrici del Trofeo Zita Peratti – ci sono rispettivamente Serenella Luigini e Rosanna Remaggi, dal 1995 tecnici nazionali e giudici internazionali di ginnastica artistica e ritmica Special Olympics.

 

«Sono felicissima, come rappresentante del GSD Cornigliano, di organizzare insieme alla ASD Tegliese questo trofeo che è un appuntamento storico per le nostre due società, cresciuto via via negli anni dai 35 atleti della prima edizione ai 150 di quest’anno – dichiara Serenella Luigini La manifestazione si colloca all’interno dell’attività di Special Olympics che promuove lo sport come strumento per una piena inclusione delle persone con disabilità intellettiva. Invito la cittadinanza a venire ad assistere gratuitamente alle gare sabato 25 e domenica 26 novembre: sarà un’occasione unica per rendersi conto, con i propri occhi, di quanto lo sport possa fare per la crescita educativa e sociale dei disabili».

«Il Trofeo Peratti non è soltanto un’occasione per ricordare al mondo sportivo la prematura scomparsa di una nostra amica, ginnasta, giudice e dirigente di grande valore, ma anche un esempio di grande dedizione al mondo dei più bisognosi – spiega Giuseppe “Pino” Raiola, presidente del Comitato Regionale della Federazione Ginnastica d’Italia – Lo sport ha sempre più bisogno di volontariato e di dirigenti che, come fece Zita Peratti, sappiano allargare la loro disponibilità ed esperienza anche a favore della disabilità per una concreta integrazione sociale nel mondo dello sport».

«L’Ufficio Scolastico Regionale è particolarmente sensibile al tema dello sport come strumento di inclusione sociale delle persone con disabilità – aggiunge Laura Patrignani, coordinatrice educazione fisica scolastica dell’Ufficio Scolastico Regionale – e quindi vengono organizzati campionati studenteschi rivolti sia ai ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado, aperti a tutti i ragazzi con ogni tipo di disabilità. Il Trofeo Peratti realizza il nostro sogno di coniugare sport e disabilità, soprattutto quella intellettiva che non è subito evidente. Il fatto di riuscire a realizzare una competizione di questo livello qui a Genova è per noi un grandissimo stimolo e siamo felici di essere presenti».

La manifestazione è intitolata a Zita Peratti, figura chiave della storia della ginnastica artistica ligure e italiana che ha dedicato la propria vita a questo sport prima come atleta – vantando anche una partecipazione alle Olimpiadi – e poi come tecnico della formazione e giudice internazionale di alto livello. Approdata nel 1987 nel mondo delle persone con disabilità intellettiva e fisica, ha lavorato fino all’ultimo per lo sviluppo dello sport per disabili e in particolare della ginnastica, valorizzandola come mezzo per aumentare il benessere psicofisico e le capacità socio-relazionali delle persone con disabilità.

Il Trofeo Zita Peratti fa parte di Special Olympics, il programma internazionale di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva. Fondato nel 1968 da Eunice Kennedy, sorella dello storico presidente Usa John Fitzgerald Kennedy, Special Olympics è riconosciuto come associazione benemerita da Cio, Coni e Cip e i suoi programmi sono adottati in 201 Paesi. Special Olympics coinvolge in tutto il mondo oltre 3,7 milioni di atleti e quasi 5.300 volontari che, ogni anno, collaborano alla riuscita di più di 30mila eventi a livello globale.

Special Olympics Italia, presente da 40 anni su tutto il territorio nazionale impegna quasi 20mila tra atleti e partner che partecipano ogni anno a Giochi regionali e nazionali. Le delegazioni partecipano a Giochi europei e mondiali, estivi e invernali.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento erano presenti l’assessore comunale allo sport Alessandra Bianchi, Serenella Luigini del GSD Cornigliano, il presidente del Coni Liguria Antonio Micillo, il presidente del Comitato Regionale della Federazione Ginnastica d’Italia Giuseppe “Pino” Raiola e la coordinatrice per l’educazione fisica dell’Ufficio Scolastico Regionale Laura Patrignani.