Centro Subacqueo Idea Blu: parte ad Albenga la 16a Grande Festa della subacquea inclusiva HSA

0
78

Ad Albenga (Savona) con il Centro Subacqueo Idea Blu, sabato 29 e domenica 30 giugnoalle ore 9:00 parte la 16a Grande Festa della subacquea inclusiva HSA, aperta a tutti, con prove gratuite di subacquea, snorkeling e nuoto. L’ormai storico evento della città ligure è un appuntamento che ad ogni edizione cresce per interesse e partecipazione. I punti di forza sono sempre gli stessi: la voglia di esserci e di tuffarsi in acqua per immergersi nella meravigliosa attività subacquea, ciascuno con le proprie modalità, abilità, emozioni e sorrisi, condivisi con lo staff istruttori e guide HSA.

L’evento rientra nell’iniziativa “Subacquea Zero Barriere HSA”, attiva da diversi anni in Italia e all’estero, un programma di giornate che sono un potente strumento di inclusione sociale, capace di abbattere barriere e unire persone di diverse abilità in un contesto di uguaglianza e rispetto reciproco. Con gioia e leggerezza i partecipanti fanno esperienza della attività subacquee e acquatiche (nuoto e snorkeling) e possono acquisire nuove abilità in un contesto lontano da qualsiasi forma di competizione, caratteristiche queste distintive degli eventi HSA.

Dal punto di vista fisico le persone con disabilità durante l’immersione lasceranno ogni condizionamento e limitazione, con grandi benefici psicologici: sotto l’acqua le barriere si riducono, permettendo un senso di libertà e autonomia che può essere raramente sperimentato altrove, grazie alla calma e alla tranquillità dell’ambiente subacqueo.

Durante la festa di Albenga in immersione anche il fotoreporter subacqueo Alberto Balbi che dedicherà uno speciale servizio all’evento: un racconto per immagini delle emozioni che si provano quando ci si immerge nel profondo blu e della bellezza dei fondali marini.  Testimonial d’eccezione: Vincenzo Russello, Marco Orengo, Mirco Soleri e Maurizio Lo Bartolo, con una lunga esperienza di subacquea praticata dalle persone con disabilità, che si immergeranno fino alla statua del Cristo Redentore collocato sui fondali della Gallinara e attrezzato con tabelle in Braille che forniscono indicazioni ai sub non vedenti. 

Gianfranco Lenti, organizzatore dell’evento e responsabile HSA Liguria con una lunga esperienza nella subacquea anche come gestore di diving, commenta: “Sono pienamente soddisfatto, siamo arrivati al sedicesimo anno di questo significativo incontro che lancia forti messaggi di inclusione. Ringrazio tutti i partecipanti e sostenitori in particolare, il Centro Sub Idea Blu, l’associazione ASDO con la signora Ornella Vaccaro, sempre presente con i suoi ragazzi e tutto lo staff di istruttori e guide HSA che accompagneranno le persone in acqua. È per merito loro che avviene il momento magico dell’entrata in acqua e sott’acqua, un momento che fa scattare la gioia, le emozioni nei neofiti subacquei e che ripagano tutti con i loro sorrisi”.

HSA è un riferimento per tutti nel settore, da pioniera, ha fatto la storia delle attività subacquee rivolto alle persone con disabilità, iniziando a formare subacquei con disabilità nel 1975 e dando vita a un ampio movimento a livello internazionale. HSA ha creato il sistema didattico per la formazione e la certificazione dei subacquei con disabilità, guide e istruttori, collaudato e aggiornato nella sua evoluzione. Il sistema è in uso oltre cinquanta Paesi e ha permesso la certificazione di migliaia di sub con disabilità che si immergono nei mari del mondo. Il sistema è fruibile su piattaforma online training anche dalle persone con disabilità visiva.

L’evento di Albenga ha il supporto dei diving e delle scuole sub HSA: Centro Subacqueo Idea Blu, Passione d’Amare, Onda Sub Torino, Ingaunia Aqua Diving Albenga, Centro Subacqueo Milanese, Integrabili Sanremo. Sostengono l’iniziativa: il Comune di Albenga, i Lions di Albenga, la Capitaneria di Porto di Loano, Coffein Compagnie Italy, ASDO, la rivista ambientalista Il Pianeta Azzurro, Beuchat attrezzature subacquee, Salvo Salumi, Marco Frantoio, Cantine Calleri, Zio Pagnotta, Noberasco, Torre Pernice. Il progetto è realizzato con il patrocinio del Ministero del Turismo, di NADD Global Diving Agency e di ANASEND Group – Nuoto – Sub – Disabilità.