La Canottieri Velocior La Spezia ai Play the Games di Sabaudia

0
209

I Play the Games si sono svolti nei giorni scorsi a Sabaudia presso la Società Canottieri The Core con la collaborazione del Gruppo Canottieri Fiamme Gialle, e sono stati dei veri Giochi Nazionali Special Olympics Italia di Canottaggio in quanto sarà l’unico evento di Canottaggio Speciale per questo 2024, non ci saranno Play the Games al nord che avvenne lo scorso anno nell’Area Nord a Venezia e nel Centro Sud a Napoli. Quindi tutti presenti i Teams di Canottaggio, oltre venti, un rappresentanza di centocinquanta Atleti, la Società Canottieri Velocior La Spezia ha partecipato con una delegazione composta da trenta persone, tra Canottieri, tecnici, accompagnatori e famigliari.

Come si diceva dei veri Giochi Nazionali con una imponente Cerimonia di Apertura ospitata nel Centro Federale delle Fiamme Gialle, alla Presenza del Sindaco di Sabaudia, Autorità Civili e Militari, il Direttore Nazionale Special Olympics Italia Alessandra Palazzotti, ed il Vice Presidente Nazionale Special Olympics Italia Alessandro Palazzotti, lo Staff Tecnico Canottaggio ed Indoor Rowing Special Olympics Paolo Ramoni, Debora Pennacchio, Giulia Magnatta e per il Dragon Boat Marino. Il momento più emozionante è come è l’arrivo della Fiaccola Olimpica che è arrivata dal Mare su una imbarcazione da gara, il passaggio a terra ad un Atleta Speciale, che accompagnato da un Canottiere per ogni Società partecipante ha acceso il Tripode, per il Sodalizio Spezzino l’onore è toccato a Pietro De Rosa.

Ben quattro gli equipaggi a scendere in Acqua per la Canottieri Velocior del Presidente Domenico Rollo, tutti su imbarcazioni GIG quattro di Coppia. Dopo le fasi preliminari sulla distanza di 500 metri, nelle rispettive Finali l’armo femminile formato da Elisa Mastrini, Alessia Bono, Cinzia Riccobaldi, Lucia Sortino con al Timone Pino Cocco, dopo una bellissima prima parte di gara, chiudevano al terzo posto conquistando una Bellissima medaglia di Bronzo. Molto meglio per Francesco Nieri, Marco Cardinali, Michele Fedi, Pino Cocco con al Timone Paola Bertoli che mettevano al collo la medaglia D’argento, così come la conquistavano nella Finalissima Riccardo Zambelli, Andrea Ciancio, Paolo De Rosa, Pino Cocco timonati da Maurizio Zambelli. Nelle finali del pomeriggio arrivava finalmente la Medaglia d’oro per la Canottieri Velocior che veniva vinta dall’equipaggio composto da Lorenzo Bonati, Leonardo Lancia, Lucia Sortino, Pino Cocco con al Timone Giorgio Mastrini. Concluse le prove in acqua gli Atleti si sono preparati per affrontare le prove al remoergometro nelle prove di un minuto e due minuti Maschile e Femminili e nelle staffette unificate per Società quattro per un Minuto. Dopo i tirattissimi preliminari gli Atleti della Canottieri VElocior hanno portato a termine le finali con questi importanti risultati; Finale un minuto Femmilile Maggiani Aurora medaglia d’oro, Elisa Mastrini Medaglia d’Argento, finale Maschile Pietro De Rosa Medaglia d’Argento, quarto posto per Michael Marangone. Finale 2 minuti Femminile Alessia Bono medaglia di Argento, nella stessa Finale due minuti maschile, Argento per Lorenzo Bonati, così come per Francesco Nieri Medaglia di Bronzo, quinto posto per Luca Sommovigo e settimo posto per Michele Fedi. Altra finale terzo posto per Riccardo Zambelli e Leonardo Lancia al quarto Posto, nella finalissima Medaglia di Bronzo per Andrea Ciancio quarto posto per Marco Cardinali.

Come sottolineato oltre 150 gli atleti giunti a Sabaudia per gli Special Games di Canottaggio e Indoor rowing, sullo specchio del Lago di Paola. Oltre 20 le società rappresentate, provenienti da un po’ tutto lo Stivale, tra cui particolarmente rilevante la presenza laziale, grazie alla partecipazione dei portacolori pontini de La Rete e dei circoli nautici romani Tevere Remo e Canottieri Lazio. Gli Atleti hanno avuto anche la possibilità di vivere una bellissima esperienza a bordo del Dragon Boat. Una mole di lavoro enorme, complesso, duro, ma altamente gratificante per la l’Asd The Core Canottaggio Sabaudia, che ha curato sin nei dettagli più reconditi l’organizzazione dell’evento, mettendo a disposizione, insieme alla sede, punto di incontro e di partenza per tutte le regate sia in acqua che indoor, personale e mezzi per la riuscita e la sicurezza della manifestazione.

“Lavorare con un numero così importante di ‘Atleti Speciali’ – commentano la presidente della The Core, Francesca Zito, e Alfredo Bollati, vecchia gloria del remo italiano e colonna storica dell’associazione – E’ stata per noi un’esperienza fantastica che ci auguriamo si possa ripetere in futuro. Un ringraziamento va all’Amministrazione Comunale, al 3° Nucleo Atleti delle Fiamme Gialle, al Gruppo Sportivo Fiamme Oro, che ci hanno affiancato in questa esperienza, ed all’Azienda Vallicola nella persona di Anna Scalfati per la gentile concessione del lago”. Si spengono, dunque, le luci sugli Special Games di canottaggio, dove però resta vivo il ricordo di una grande Festa all’insegna dello sport, dell’allegria, della condivisione e dell’inclusione e delle grandi Emozioni. Un’occasione di arricchimento per gli studenti volontari della scuola secondaria di secondo grado “Rita Levi Montalcini” di Sabaudia, che hanno contribuito attivamente al perfetto funzionamento della macchina organizzativa.

“A queste bellissime Parole non c’è nulla da aggiungere”ha commentato Pino Cocco, Referente del Settore Canottaggio Speciale Canottieri Velocior. – Solo un giudizio Tecnico sui nostri risultati sportivi che per i nostri Atleti hanno un grande valore personale, siamo andati oltre ogni nostra aspettativa, abbiamo lavorato molto per questo importante evento in calendario, Atleti, Tecnici, Volontari e Società, il nostro ringraziamento sincero va al nostro responsabile tecnico Riccardo Mazzoni, al Direttore di Sede Riccardo Valori, al Nostro Presidente Domenico Rollo, al Vice Presidente Fabrizio Ferrari ed a tutto il Consiglio che crede fortemente in questa nostra attività, purtroppo sia l’unica Società della Liguria che svolge attività di Canottaggio con Persone con Diversa Abilità Intellettiva e/o relazionale”.