Oltre 3,2 milioni da Regione per promuovere autosufficienza persone disabili con fondi “DOPO DI NOI”

0
251

Al via la distribuzione del fondo “Dopo di noi”, il progetto pensato per assistere le persone disabili prive di sostegno familiare. L’investimento, che supera i 3,2 milioni di euro, mira a sostenere gli enti locali nella presa in carico dei soggetti interessati, in collaborazione con associazioni ed enti del Terzo Settore. Per il 2024 sono stati stanziati oltre 2,5 milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ad un’integrazione di risorse per il 2023 del valore di 700mila euro. I fondi saranno erogati ai Comuni capofila di distretto della Conferenza dei sindaci nelle 5 Asl liguri.
In più, una quota pari a 100mila euro servirà ad erogare un contributo per la realizzazione sul territorio ligure di soluzioni alloggiative di tipo familiare e di “co-housing sociale”, dedicate alle persone con disabilità prive di madre e padre o di sostegno familiare, anche attraverso la progressiva presa in carico della persona interessata prima della scomparsa dei genitori. L’assegnazione avverrà tramite avviso pubblico.
Tra le iniziative finanziate dal fondo ci sono l’accompagnamento dell’uscita della persona disabile dal nucleo familiare di origine, misure per favorire soluzioni di alloggio che riproducano il più possibile le condizioni dell’ambiente di origine, interventi di supporto alla domiciliarità attraverso soluzioni di alloggio familiare o di co-housing, programmi di accrescimento della consapevolezza e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana per raggiungere il maggior livello di autonomia possibile (anche attraverso tirocini finalizzati all’inclusione sociale e alla riabilitazione) e, in via residuale, per interventi di permanenza temporanea in soluzioni abitative extra familiari.
“Un investimento finanziariamente molto importante, che servirà a dare una risposta ad un tema altrettanto importante: aiutare le persone con disabilità a costruirsi una vita indipendente e dare una risposta a tante famiglie preoccupate per il futuro dei propri cari – commenta l’assessore alle Politiche sociali Giacomo Giampedrone – L’ obiettivo per il futuro è quello di andare verso una logica di azioni che promuovano il più possibile l’autonomia in collaborazione con le famiglie. Per costruire questo progetto abbiamo raccolto le esigenze arrivate da tutta Liguria e, anche grazie al prezioso aiuto degli enti del Terzo settore, siamo pronti ad applicare sul territorio tutte le misure necessarie a realizzarlo”.