L’orgoglio ligure Federico Minnai : “Il nuoto da sempre emozioni. Vorrei vincere agli Europei”

0
664

“La passione per il nuoto semplicemente perché i miei genitori mi portavano in piscina. Da quando ho sei anni vado a nuotare e mi è sempre piaciuto. Praticamente ho sempre nuotato”. Esordisce così, ai microfoni di Sportability, Federico Minnai della Nuotatori Genovesi che si è regalato, poco meno di un mese fa, una splendida tripletta d’oro ai  Campionati Italiani Fisdir di nuoto in vasca corta, conquistando tre titoli nei 50 e 100 farfalla e nei 100 stile libero, categoria Junior II3.

Una storia che nasce in famiglia fin dall’età più piccola e arriva all’incontro con Fisdir, avvenuto nel 2016: Poi l’incontro con Fisdir che mi ha fatto iniziare a partecipare ai Campionati. Mi dà una sensazione di onore, mi sento onorato di partecipare. È uno sport che ti allena bene e ti aiuta a stabilire degli obiettivi”. La gioia di partecipare è una costante così come sono una costante i successi, fin dalle categorie giovanili colleziona vittorie e podi con una preferenza: “Stile? Preferisco farfalla e stile libero, sono i miei preferiti”. Nel novembre 2022 due record italiani con la vittoria nei 50 e 100 farfalla con i migliori crono di sempre e con l’Argento nei 100 stile, nel 2023, come detto, un’ulteriore miglioramento e un obiettivo per il futuro: “Gli ultimi campionati sono andati molto bene, oltre ai successi sono riuscito a migliorare i miei tempi personali. Vorrei cercare di migliorarmi sempre, provando a vincere qualcosa di importante agli Europei”.

Un ruolo fondamentale per questa storia piena di soddisfazione spetta alla Nuotatori Genovesi che il classe 2005 tiene a ringraziare: “Con la Nuotatori Genovesi mi trovo molto bene, è una bella società. Devo ringraziare gli allenatori che mi stanno dietro, con loro mi alleno sei volte a settimana. Poi, essendo affiliati con la Superba Nuoto, mi alleno sia ad Albaro che alla Crocera”. Nei tanti anni nelle competizioni Fisdir, Federico racconta uno dei momenti più belli e il significato che da al nuoto: “Il ricordo più bello ed emozionante è un Campionato Italiano a Fabriano sei anni fa. Per me fare nuoto significa poter raggiungere degli obiettivi e provare sempre delle belle emozioni. Un orgoglio anche la partecipazione ai Virtus Global Games 2023 che, oltre alle medaglie, hanno regalato l’incontro a Palazzo Chigi con il Ministro dello Sport Andrea Abodi.

Come dice lo stesso Federico, grazie alla famiglia è nata la passione per il nuoto e la mamma del genovese ci ha raccontato il suo punto di vista e l’importanza dello sport“Federico ha sempre gareggiato dal 2016 e ha sempre raggiunto il podio nei Campionati Italiani giovanili ed è entrato in Nazionale, quest’anno ha vinto un bronzo e un argento. Piano, piano si cresce. Lo sport per lui è stato fondamentale perché avere un problema di autismo a livello lieve comporta determinate problematiche. Il nuoto gli ha dato la possibilità di fissare e gestire obiettivi, di imparare ad essere autonomo, di affrontare situazioni. Il nuoto ha aiutato tantissimo. Qualsiasi sport che piace ai ragazzi deve essere fatto. Lo sport è di fondamentale importanza a livello fisico e a livello mentale. Ti insegna le regole di vita, a non mollare, a cadere e a rialzarsi”.

Simone Fargnoli