Play the Games Special Olympics alla Spezia dal 12 al 15 ottobre

0
207

Anffas Onlus La Spezia, Polisportiva Spezzina, Team Liguria,con la collaborazione della Regione Liguria, Comune della Spezia,ed il supporto della Marina Militare, Centro Logistico di supporto Areale di Cadimare, il comando Provinciale dei Carabinieri; organizzano alla Spezia dal 12 al 15 ottobre2023  i Play the Games Special Olympics: 700 atleti con e senza disabilità provenienti da tutto il paese, 210 atleti svolgeranno i giochi di atletica leggera e 500 quelli di basket, ed altre 350 persone tra famigliari, tecnici ed  accompagnatori. I giochi di atletica si svolgeranno presso il campo sportivo A. Montagna e quelli di basket presso il palazzetto dello Sport G. Mariotti.

Un grande ringraziamento a chi è sempre vicino a noi in questi grandi eventi: Crédit Agricole nostro partner dal 2011 che in questi anni ha rinnovato sempre la sua vicinanza in qualsiasi nostro importante progetto e Fondazione Carispezia, Autorità Portuale, MSC, MBDA, Tarros Group, la Croce Rossa di Follo e Riccò del Golfo, EWMD, il gruppo fotografico  Liberi di Vedere,il gruppo Dance Projet di Manuel Damelli, Iren, Cosnav, il Rotary Club della Spezia, Panathlon della Spezia, Cna della Spezia, Confartigianato, il Parco delle Cinque Terre, il Basket DLF Claudio Papini, Tls, Lucchi e Guastalli, Stella Marina, Ordine di Malta, gruppo Agesci e Masci, Zangani, Vivere Insieme, i Lions del Distretto 108Tb ( Lions Club La Spezia Host, Lions Club La Spezia degli Ulivi, Lions Club Lerici Golfo dei Poeti, Lions Club Ceparana, Lions Club Sarzana ) e quelli del Distretto 108 IA2 8 ( Lions Roverano, Lions Vara Sud, Lions Valle del Vara, Lions Luni e Lions Colli Spezzini ).

562 i volontari che parteciperanno ai giochi e la maggior parte saranno studenti delle scuole secondarie di secondo grado: l’Istituto Einaudi Chiodo, l’Istituto Fossati Da Passano, l’Istituto Capellini Sauro, il liceo Scientifico Pacinotti, il liceo Classico Costa, il liceo Linguistico G. Mazzini, l’istituto Artistico-musicale e geometri Cardarelli. Una grandissima partecipazione di studenti delle scuole che hanno aderito grazie al progetto di formazione realizzato da Anffas La Spezia e sostenuto dal Centro di Servizi Vivere. Un ringraziamento va al Provveditore della Spezia,  Roberto Peccenini, al Coordinatore dell’ufficio Scienze Motorie e Sportive del Provveditorato Marcello Storti ed a tutti i dirigenti scolastici che per l’occasione hanno distaccato alcuni insegnanti, ed hanno dato la possibilità ai loro studenti di partecipare come volontari  e come atleti a questo evento; le scuole dell’I.I.S.S. Einaudi Chiodo e dell’Istituto alberghiero Casini parteciperanno con i loro team di basket unificato.

I giochi inizieranno giovedì 12 ottobre quando dalle 10.30 alle 11.30, 40 persone, con disabilità intellettiva e relazionale grave e gravissima, presso il centro sportivo DLF C. Papini,  parteciperanno all’attività di MATP, ( Motor Activities Training Program ). I partecipanti, provenienti dai centri socio riabilitativi di tutto il territorio provinciale, dimostreranno le abilità che hanno potuto acquisire durante tutto l’anno in un progetto realizzato da Anffas La Spezia che ha visto, oltre ad Anffas, la partecipazione dei centri socio sanitari dell’ASL5, il Centro Asso, la Missione Sportiva, il Nuovo Volo, il centro di Cardinal Maffi di Castelnuovo Magra. I giochi proseguiranno contemporaneamente dalle ore 15.30 alle ore 18.30 con i giochi di atletica leggera e basket rispettivamente presso il campo sportivo Montagna ed il palazzetto dello sport Mariotti.

 

Venerdì 13 ottobre presso la scuola elementare Il Pavone a Sarzana si svolgerà il progetto YAP

( Young Atletes Program ) dedicato ai bambini con e senza disabilità. 60 bambini parteciperanno a giochi ludico motori dove la parola d’ordine sarà Inclusione.

Sempre venerdì continueranno i giochi di basket ed atletica leggera con orario dalle 9 alle 13 rispettivamente in entrambi i campi.

Venerdì 13 ottobre alle ore 18 si svolgerà la cerimonia d’apertura in piazza Europa alla Spezia, parteciperanno istituzioni civili, militari e religiose e tutti gli atleti che partiranno da piazza Verdi e sfileranno lungo la piazza per poi arrivare in piazza Europa.

Sabato 14 ottobre dalle 9 alle 18.30 continueranno i giochi in entrambe i siti sportivi, palazzetto dello sport e campo sportivo Montagna, ed ugualmente domenica 15 ottobre fino alle ore 13.

Il Play the Games Special Olympics della Spezia racchiuderanno ancora una volta la bellezza di cui sono portatori i nostri meravigliosi Atleti. Tutta la città vestita a festa attende gli Atleti con trepidazione in attesa che inizino i giochi ed ognuno possa dimostrare il talento, il valore di cui è messaggero.

La mission di Special Olympics è di valorizzare le persone con disabilità intellettive al fine di promuoverle quale risorsa per la società, indirizza le azioni e le strategie verso un costante impegno per accrescere il livello di sensibilità dell’opinione pubblica, ponendo le basi per il superamento dei pregiudizi. La comunità può diventare più sensibile ad accogliere la diversità,nelle sue molteplici espressioni, riconoscendola come risorsa.

Special Olympics, ha l’ambizioso obiettivo di spostare l’attenzione su ciò che gli atleti possono fare e non su ciò che non riescono a fare. L’attenzione sulla disabilità svanisce nel momento in cui cresce l’ammirazione verso i talenti e le abilità degli Atleti.

La missione Special Olympics rimane oggi di vitale importanza così come lo era quando il Movimento è stato fondato  nel 1968 da Eunice Kennedy Special Olympics si impegna per creare un mondo migliore, incoraggiando e promuovendo l’accettazione e l’inclusione delle persone, valorizzando le potenzialità di ognuno.

Quando una società fraintende e sottovaluta le capacità delle persone con disabilità intellettiva, le opportunità si perdono. Il lavoro che potrebbe essere fatto si annulla. Le probabilità di stringere amicizie passano. Il rispetto che si potrebbe ottenere è perduto.

Special Olympics attraverso lo sport, mette in luce     le abilità e la dignità degli atleti. In ugual modo,  unisce insieme “sullo stesso campo sportivo”, persone con e senza disabilità intellettive per ammirare   e   al   tempo   stesso   vivere   in   prima   persona   la   potenza   trasformatrice   dello   sport combattendo le discriminazioni ed i pregiudizi.

L’assessore Giacomo Giampedrone ha dichiarato “Lo sport porta un messaggio universale: supera ogni barriera, abbraccia le diversità, crea ponti, unisce le persone. È vita. Ringrazio Special Olympics per l’impegno costante nella diffusione di questo fondamentale messaggio. A tutti voi, atlete ed atleti che parteciperete a questa importante manifestazione sportiva, auguro di cuore tanto divertimento, vittorie e … sì… magari anche qualche sconfitta, perché se la vittoria gratifica ogni vostro sforzo, saper perdere e comunque partecipare significa sviluppare l’abilità di mettersi in discussione, darsi l’opportunità di migliorarsi sempre e di crescere senza mai arrendersi. Capacità che siete già riusciti a dimostrare nella vita superando limiti ed ostacoli, ben più importanti di una medaglia vinta o persa, con forte determinazione e costanza e per questo voglio congratularmi con ognuno di voi e dirvi, una volta di più, che siamo al vostro fianco ogni giorno”.