La 17a Granfondo Ciclistica dei trapiantati fa tappa a La Spezia

0
236

Questa mattina il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha presentato insieme a Luigi Fornaciari Chiatti presidente provinciale AIDO, la  17ª Edizione della Granfondo Ciclistica dei trapiantati che farà tappa alla Spezia e che l’Amministrazione Peracchini, vista la finalità dell’evento, ha patrocinato. Alla presentazione tenutasi nella Sala Giunta di Palazzo Civico   erano presenti anche gli assessori Giulio Guerri (politiche sanitarie), Lorenzo Brogi (politiche sociali), Marco Frascatore (sport).

“Un’occasione importante di riflessione su un tema molto rilevante – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – un messaggio di speranza per chi soffre e un segnale di attenzione verso tutti coloro che, grazie ai trapianti, possono tornare a credere nel futuro. Ringrazio l’AIDO e tutti coloro che si stanno impegnando per la buona riuscita di questa manifestazione.” La carovana arriverà nella nostra città martedì 10 ottobre in Piazza Verdi intorno alle 16,30 e a seguire è previsto in Sala Dante un incontro aperto a tutti al quale parteciperà il Sindaco Peracchini che sarà accompagnato dagli assessori Lorenzo Brogi (politiche sociali), Marco Frascatore (sport) e Giulio Guerri (politiche sanitarie) che interverrà  Un momento di approfondimento nel corso del quale saranno fornite informazioni sulla donazione degli organi e saranno ascoltate testimonianze dei trapiantati stessi al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della donazione di organi e tessuti.

Il giorno successivo, mercoledì 11 ottobre,  dalle 8,30 alle 10 AIDO La Spezia ha organizzato un  incontro con gli studenti dell’Istituto Tecnico Sperimentale presso la scuola “Fossati – Da Passano”. Al termine della presentazione il presidente provinciale Aido Luigi Chiatti Fornaciari ha tenuto a ringraziare la Preside dell’Istituito “Fossati – Da Passano” Paola Leonilde Ardau, Andrea Cornetto che si è occupato dell’organizzazione dell’incontro nelle scuole e tutti volontari dell’AIDO che hanno profuso un grandissimo impegno nell’organizzazione dell’evento.