StartTappe: presidio per tre spiagge attrezzate per disabili nel Levante

0
195

Da quest’anno le spiagge attrezzate per disabili di Vernazzola, di via del Tritone a Sturla e di Boccadasse sono presidiate dai tutor e dalle persone inserite nei percorsi di inclusione lavorativa all’interno del progetto StartTappe, finanziato dal Comune di Genova. Grazie all’Officina della Cura, il braccio operativo di StartTappe, sono state organizzate squadre formate da tutor esperti e persone con percorsi di inclusione socio lavorativa, che da giugno hanno potuto iniziare a presidiare le spiagge di Vernazzola, Tritone e Boccadasse, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Il servizio vede gli operatori impegnati nelle prenotazioni per gli accessi alla spiaggia, nella gestione delle attrezzature, nel presidio e pulizia delle spiagge e fanno da punto di informazione e accoglienza per quanti desiderano accedere all’arenile. Le squadre del progetto, inoltre, sono disponibili presso i territori di competenza, per piccoli trasporti, manutenzioni non specializzate, supporto alla cittadinanza. Questa mattina l’assessore alle Politiche sociali Lorenza Rosso si è recata in sopralluogo alla spiaggia di Vernazzola per ringraziare la squadra di StartTappe.

«Vernazzola è una spiaggia attrezzata per i disabili da questa estate presidiata da StartTappe, un progetto a noi molto caro, che ancora una volta si è dimostrato prezioso e indispensabile – ha detto l’assessore Rosso – Da quando è partito questo servizio, la spiaggia è stata utilizzata già da tantissime persone con disabilità il che conferma che abbiamo intercettato un bisogno della cittadinanza. Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando in queste settimane per rendere la spiaggia di Vernazzola un luogo sempre più accessibile».

Le spiagge dispongono di ombrelloni e sdraio per le persone con disabilità motoria e visiva e per i loro accompagnatori. La spiaggia di Vernazzola è dotata di un’area attrezzata con lettini, ombrelloni, casetta baby pit stop per consentire alle mamme di cambiare e allattare i loro bambini e delle speciali sedie che consentono l’accesso al mare per chi è portatore di handicap. Dal 17 giugno sono stati registrati 863 ingressi di cittadini con disabilità, e gestiti picchi fino a 115 persone di sabato, quando la spiaggia è più affollata.