Mondiali a Dubai: Italia seconda nel girone A con l’arenzanese Filippo Carossino

0
Mondiali a Dubai: Italia seconda nel girone A con l’arenzanese Filippo Carossino

Nel Campionato del Mondo di pallacanestro in carrozzina in corso a Dubai, l’Italia chiude il girone A al secondo posto dopo la vittoria sul Brasile 69 a 51, arrivata nella mattinata italiana di martedì 13 giugno. Un successo netto e meritato, che cancella parzialmente il rammarico per la sconfitta subìta dall’Australia e che vale un incrocio negli ottavi di finale con la Thailandia probabile prossima avversaria, da giocarsi il 15 giugno (con orario da definire).

Coach Di Giusto opta per il terzo quintetto differente in tre partite, con l’arenzanese Filippo Carossino nuovamente titolare, accanto agli altri due lunghi Sabri Bedzeti e Giulio Maria Papi, e Ahmed Raourahi esterno insieme a Joel Boganelli. Inizio lento in difesa soprattutto, 10 punti e 5/7 al tiro per i brasiliani, con qualche palla persa di troppo in attacco. I lunghi lentamente però ingranano e gli azzurri impattano sul 10 pari a meta primo quarto, operando poi il sorpasso sul 13 a 12 poco dopo; funzionano soprattutto i giochi alto basso tra i lunghi e i tagli sul lato debole di Bedzeti, servito con continuità da Carossino. Il primo quarto si chiude sul +3 per l’Italia dopo un paio di liberi a bersaglio di Papi, autore addirittura di 14 dei 21 punti totali.

La partita rimane intensa anche nel secondo quarto: dopo il cambio Raourahi-Saaid, l’Italia ritocca il massimo vantaggio fino al +9, con un Bedzeti mattatore a centro area. Gli azzurri stringono le maglie difensive concedendo solo 4 punti in tutto il quarto, ma le percentuali in attacco si abbassano e l’Italia non riesce mai a costruirsi un gap in doppia cifra: è il canestro sulla sirena di Tanghe a fissare il punteggio sul 31 a 22.

La ripresa inizia con Giaretti, Saaid e Tanghe e in campo: gli azzurri salgono quasi immediatamente sul +10 dopo un canestro in acrobazia a centro area di Bedzeti, che poi bissa qualche minuto dopo con un gioco da tre punti dopo una bella azione personale (38-28 a 4’24” dalla sirena del terzo). Ma agli azzurri nuovamente non riesce il colpo del k.o. e i brasiliani tornano ancora sotto sul finale di periodo, dopo una tripla di Padilha (41-36).

Nell’ultimo periodo l’Italia parte con una marcia diversa, determinata a chiudere subito il discorso: un piazzato di Carossino, il solito Bedzeti e poi una serie di giocate da fuoriclasse di Raourahi lanciano gli azzurri verso il ventello di vantaggio, premessa per un finale in pieno controllo, a legittimare una vittoria che vale il secondo posto nel girone A. Mvp è Sabri Bedzeti, che firma una doppia doppia da 27 punti e 11 rimbalzi.

Nessun Articolo da visualizzare