The Ocean Race: tante attività per i ragazzi con disabilità

0
425

Un programma intense di attività e proposte legate a The Ocean Race sarà dedicato anche ragazzi con disabilità. Alla Festa dello Sport, dal 19 al 21 maggio, sarà protagonista New Zealand Endeavour, storica imbarcazione che vinse la regata nel 1993-94, oggi rimessa a nuovo dall’imprenditore italiano Ezio Tavasani. Grazie all’Associazione Wind4charity saranno organizzate uscite in mare dedicate a ragazzi disabili. Il 27 maggio ci sarà poi l’evento di Assonautica in collaborazione con il Cepim e a giugno saranno numerose le uscite in barca a vela e visite a bordo con i ragazzi del territorio che partecipano al programma educativo e con le Associazioni del terzo settore.

The Ocean Race non è solo una straordinaria sfida sportiva. E’ un importante volano per la diffusione di una cultura della sostenibilità che da un lato impegna i più grandi esperti mondiali nella preparazione del Genova Process, il percorso che porterà alla stesura dei principi su cui fondare i Diritti degli Oceani, e dall’altro coinvolge migliaia di giovani in tutto il mondo con un variegato “Learning Program”.

Si tratta di un percorso educativo promosso in diverse lingue, in tutto il mondo, che permette di sensibilizzare i giovani sul tema della salvaguardia degli oceani e sull’adozione di comportamenti responsabili. L’attività del Team di Tor Genova non si limita alle Scuole primarie e secondarie di primo grado ma si estende ai Centri Servizi Famiglie e ai Centri Educazione al Lavoro con una preziosa funzione sociale.

Sono coinvolti tutti i 9 Centri Servizi Famiglie e gli educatori stanno facendo sviluppare il progetto attraverso lavori (disegni, testi e video sul tema della sostenibilità) che saranno esposti nel padiglione della sostenibilità all’Ocean Live Park, dal 24 giugno al 2 luglio. I cinque Centri Educazione al Lavoro stanno invece producendo “oggettistica” con materiali riciclabili (vele, carta, legno, ecc.). All’interno del Villaggio nel Waterfront di Levante verranno presentati tutti i lavori che saranno poi in vendita presso i centri IAT.

“Lo sport è uno strumento straordinario di comunicazione soprattutto rivolta alle giovani generazioni – commenta l’Assessore allo Sport Alessandra Bianchi The Ocean Race, nell’ultima edizione, ha coinvolto 94.000 ragazzi nel Learning Program provenienti da 38 paesi diversi, 20.000 bambini nei workshop sulla sostenibilità e 28.071 ragazzi e adulti nel “Try Sailing”. Anche Genova sta rispondendo molto bene al Learning Program di questa edizione e siamo certi che l’Ocean Live Park dal 24 giugno a Genova sarà una festa per tantissimi ragazzi”.

Grazie alla collaborazione dell’Assessorato Servizi sociali, Famiglia e Disabilità del Comune di Genova e dell’Ufficio scolastico regionale per la Liguria sono oltre 10.000 i ragazzi che verranno coinvolti dal Team di “Genova The Grand Finale”.

“L’arrivo di The Ocean Race a Genova è un’opportunità straordinaria che darà visibilità internazionale alla nostra città, di cui vogliamo rendere protagonisti tutti i genovesi, in particolare i bambini e i ragazzi, che sono il nostro futuro – dice l’assessore alle Politiche sociali Lorenza Rosso Ci siamo attivati per fare rete sul territorio e, attraverso una serie di eventi che coinvolgeranno tutti i municipi, vogliamo esaltare i valori dell’inclusività e della sostenibilità sociale di The Ocean Race anche coinvolgendo i ragazzi del Patto di sussidiarietà Voci del mare”.

Sul sito https://theoceanracegenova.com/learning-1 sono illustrati due progetti. Gli “Over 12” possono partecipare a un contest producendo un video nell’ambito del programma di apprendimento “Generazione Oceano: Unisciti alla gara per proteggere il nostro incredibile pianeta blu”. Tra I video pervenuti entro il 31 marzo sarà selezionato un vincitore. Il Gruppo di 4 studenti e l’insegnante di riferimento potranno godersi così un viaggio ad Aahrus per la tappa di The Ocean race a giugno. Per I ragazzi tra I 6 e I 12 anni, invece, è stato attivato il programma “Campioni per il Mare” che introduce i bambini alla meraviglia e al divertimento di questo sport adrenalinico, la vela, e all’importanza di prendersi cura del nostro incredibile pianeta blu.

“Le scuole avranno un ruolo fondamentale in The Ocean Race Genova – dichiara l’assessore alle Politiche dell’Istruzione Marta Brusoni I ragazzi saranno gli ambasciatori dei valori della sostenibilità e dell’inclusione e saranno protagonisti attraverso gli articolati programmi di lerning program. Già tanti istituti genovesi e liguri hanno dato la propria adesione e ringrazio tutti gli attori del mondo della scuola che hanno con entusiasmo accettato di partecipare a questo evento internazionale”. Negli eventi rivolti alle scuole è stato avviato anche il coordinamento con la Direzione Marittima – Capitaneria di Porto di Genova.

Un percorso di formazione molto importante è stato sviluppato con l’Istituto Nautico del Dirigente Paolo Fasce. Gli studenti del Nautico diventeranno in sostanza “Ambassador” di The Ocean Race nelle scuole Genovesi. Con l’Istituto Tecnico Professionale Firpo-Buonarroti, grazie alla collaborazione della professoressa Arcelli, è stata organizzata al Blue District una lezione sul tema “The Ocean Race come riposizionamento turistico di Genova”. Molto partecipato anche l’incontro presso l’aula magna della Facoltà di Biologia con il Prof. Giorgio Bavestrello, biologo che ha parlato a oltre 200 ragazzi dell’intero ecosistema marino.

Con la rete ACT (i Centri estivi del Comune di Genova) si sta programmando la presenza dei Centri Estivi all’Ocean Live Park tra il 26 e il 30 giugno con visita dei padiglioni, partecipazione ai laboratori, rappresentazioni teatrali e uscite di prova in barca a vela con la collaborazione della Fiv Primazona del presidente Maurizio Buscemi.

Molto interessante anche il Progetto che coinvolge i 9 Centri Servizi Famiglia, strutture socio-educative dei Servizi Sociali. Organizzeranno nove equipaggi in rappresentanza di altrettanti Municipi, allenandosi e poi regatando sulle imbarcazioni messe a disposizione dai Circoli velici già in rete con il progetto “Le voci del mare” della Direzione Servizi Sociali. Sono più di 100 i ragazzi coinvolti. Dopo due mesi di allenamenti, la regata finale si terrà Sabato 17 giugno davanti al Lido d’Albaro con premiazione all’Ocean Live Park nei giorni del Grand Finale.

Saranno organizzate anche 9 Giornate “C-City” presso i municipi con la partecipazione e collaborazione di Amiu e Job Center. Saranno coinvolte numerose scuole nelle attività educative sulle filiere per lo smaltimento dei rifiuti. Verranno realizzate 9 lettere “giganti” che compongono la scritta OCEAN RACE, realizzate con materiali secondo filiera di smaltimento definita con Amiu e verranno esposte il 24 giugno all’Ocean Live Park.

Sono previsti anche alcuni incontri online con le veliste Cecilia Zorzi e Francesca Clapcich, protagoniste di questa edizione della regata. Racconteranno ai ragazzi la loro esperienza e il loro rispetto per il mare.