Firmato a Roma il protocollo d’intesa tra Protezione civile e CIP

0
292

È stato siglato oggi a Roma un protocollo d’intesa tra il Dipartimento della Protezione Civile e il Comitato Italiano Paralimpico, volto allo sviluppo di attività di collaborazione, formazione e scambio di esperienze.

L’intesa, firmata da Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento della Protezione civile, e Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, prevede un programma di azioni comuni finalizzate a promuovere la cultura della prevenzione dei rischi, ad assicurare il reciproco supporto nell’organizzazione di iniziative di protezione civile e di manifestazioni sportive paralimpiche, con particolare riferimento alle persone con disabilità, a valorizzare il ruolo del volontario con disabilità nell’ambito delle attività di protezione civile, a realizzare iniziative per diffondere la conoscenza del settore paralimpico e del Servizio Nazionale della protezione civile.

Il protocollo prevede, in particolare, la realizzazione di attività di formazione per i volontari delle organizzazioni di protezione civile, nonché dei dirigenti tecnici e degli atleti del Comitato, la partecipazione alle iniziative comuni, il supporto del Servizio Nazionale della protezione civile alle attività sportive del Comitato, anche attraverso il coinvolgimento delle Regioni e delle Province Autonome. L’intesa prevede poi la creazione di percorsi comuni per rafforzare la sinergia tra il volontariato di protezione civile e le Federazioni sportive paralimpiche e per promuovere i valori dello sport e dell’associazionismo, soprattutto tra i più giovani.

Il protocollo di collaborazione firmato oggi con il Comitato Italiano Paralimpico – ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio – rappresenta un passo fondamentale per la diffusione dei temi di protezione civile nella comunità sportiva paralimpica, con attenzione specifica allo sport giovanile e alle persone con disabilità. Grazie a questo impegno congiunto sarà inoltre valorizzato, nel campo delle attività di protezione civile, il ruolo del volontario con disabilità, favorendone una maggiore inclusione sociale”.

“La Protezione Civile rappresenta da sempre un punto di riferimento per il movimento paralimpico italiano e un sostegno importante nelle tante iniziative sportive da noi promosse nel territorio. Con questo Protocollo d’Intesa vogliamo dare un maggiore forza a questa collaborazione e un ulteriore impulso alla diffusione di quei valori comuni, come la solidarietà e l’inclusione, che rappresentano il fondamento di ogni società civile e il più importante investimento per il futuro del nostro Paese”, ha aggiunto il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli.