Conto alla rovescia per il Pegli Freestyle Show

0
557

I motori si stanno scaldando per quello che sarà un evento a dir poco unico. Dopo due anni di sosta “obbligata” si ritorna a guardare in cielo verso le meravigliose evoluzioni di Vanni Oddera e il team Daboot.

Questo è ciò che accadrà al Pegli Freestyle Show nelle giornate del 14 e 15 maggio. Pegli   si animerà di sorrisi, sport, adrenalina e sano divertimento.

Il programma del Pegli Freestyle Show, alla sua terza edizione, non verrà scandito solo dagli spettacoli di Freestyle Motocross (saranno 9 all’insegna di una coreografia unica) ma da tantissime attività che verranno proposte da numerose associazione e società sportive locali e non  che daranno modo ai ragazzi di sperimentare sport e divertirsi con laboratori di vario genere.

Troveremo i Ragazzi di Robin, Omnibus, Maruzza, Il Porto Dei Piccoli, Abeo, BIC, Basket Pegli, Studio Dyv Yop e tantissime altre realtà che andranno ad animare questo spettacolare evento promosso anche da SportAbility.

Sport e tanta musica sigleranno questi due giorni indimenticabili, il sabato sera ad aprire il concerto degli strepitosi BUIO PESTO, scelti apposta per dare omaggio alla nostra bellissima Liguria, ci sarà il gruppo musicale Jackformoney.

Durante l’evento non mancherà l’area food and beverage dove ristoranti e attività locali porteranno prelibatezze liguri con un vento interamente plastic free.

“Una particolare menzione al momento più importante del Pegli Freestyle show, domenica mattina ci sarà uno spazio dedicato ai ragazzi disabili che avranno l’opportunità di andare in moto, guidati dai piloti Daboot e saranno i veri protagonisti di questo evento – spiegano gli organizzatori – Tutto nasce per loro, perché ogni bambino ha diritto di divertirsi e di fare sport, di non avere solo pensieri tristi legati alla malattia e di potersi sentire vivi, la mototerapia leva del tempo alla malattia, ed è questa la cosa principale su cui tutto ruota.Molti si chiedono chi siano i veri organizzatori di questo show indimenticabile e spesso ci si chiede il motivo…sono semplici ragazzi!”.

Nicolo, Carolina, Davide, Serena, completamente diversi fra loro ma uniti da un solo obiettivo: i ragazzi e i bimbi speciali, quelli per cui ogni giorno inizia una guerra, i meno fortunati…. A loro viene dedicato questo evento, a loro e alle loro coraggiosissime famiglie.