Briantea84 e Nazionale: gli obiettivi del 2022 del cestista Filippo Carossino

0
748

Il Covid-19 sta complicando lo sviluppo del campionato ma per il ligure Filippo Carossino soddisfazioni e determinazione non mancano. Dopo la delusione in Coppa Italia, l’ennesimo trofeo con Briantea84, conquistata la Supercoppa Italiana. Ora il leader della società lombarda ha già fissato gli obiettivi tra club e Nazionale.

A SportAbility il racconto di Filippo di un momento particolare, alla ricerca di regolarità:

“Sicuramente con la squadra stiamo vivendo un momento buono, il problema è che purtroppo abbiamo giocato poche partite finora in campionato, solamente tre, di cui una è stata rinviata. Poi abbiamo giocato la finale della Coppa Italia che quest’anno non è andata bene, ma ci siamo rifatti vincendo la Supercoppa Italiana. Nel mezzo ci sono stati gli Europei a Madrid. Quindi per il momento diciamo che è stato un campionato un po’ spezzettato, speriamo adesso di riuscire, nelle partite che verranno in questi mesi, a giocare con un po’ più di regolarità”.

L’obiettivo è quello di continuare a crescere:

“Per quanto riguarda il discorso personale sono abbastanza contento di quello che sto facendo, di come mi sto allenando e lavorando, cercando sempre di migliorare, allenamento dopo allenamento, L’obiettivo è arrivare pronto nei momenti importanti verso i play off, verso le eventuali coppe europee che ancora non sappiamo bene se ci saranno, come saranno sviluppate, come sarà il torneo. Stiamo ancora aspettando notizie. Ci si prepara comunque pensando a tutti gli appuntamenti già fissi che abbiamo oppure che potremmo avere”.

Dopo gli Europei a Madrid, che hanno regalato all’Italia un quarto posto e alcune soddisfazioni di primo livello, Filippo punta già al Mondiale:

“Nazionale? Veniamo sicuramente da un momento molto positivo, abbiamo giocato gli Europei a Madrid, siamo arrivati quarti con la Germania. Purtroppo avremmo dovuto disputare la finale per il bronzo ma non siamo riusciti a giocare per Covid, troppi casi di positività e quindi giustamente, per salvaguardare la salute di tutti, non si è giocato. Abbiamo fatto un ottimo Europeo, abbiamo battuto la Spagna che non battevamo da dodici anni. Siamo tornati tra le prime quattro d’Europa. Ora finito il campionato inizierà il percorso di avvicinamento ai Mondiali che saranno a Dubai a novembre. Stiamo cercando di lavorare per migliorare, per crescere e per farci trovare pronti all’appuntamento con il Mondiale che sicuramente sarà una bella vetrina.  Proveremo a toglierci tante soddisfazioni come siamo riusciti a fare agli europei di Madrid”.

La storia e i successi di Filippo Carossino su SportAbility.