Parabadminton: in Spagna ben figura Tommaso Libertini

0
157
Tommaso Libertini (Genova Badminton)

Si è conclusa la prima avventura in maglia azzurra del giovanissimo paratleta genovese Tommaso Libertini, in forza al Genova Badminton Club, chiamato dall’ Head Coach Enrico Galeani a rappresentare l’Italia al torneo “Spanish Parabadminton”, tenutosi a Cartagena tra l’8 e il 14 maggio.

Essendo l’ultimo evento utile ad accumulare punteggio per la partecipazioni alle prossime Paralimpiadi di Tokio, erano presenti alcuni tra i maggiori talenti mondiali, ad esclusione dei rappresentanti di Cina e India, bloccati dalle restrizioni anti Covid.

Libertini si è cimentato nel singolare categoria SL4, sfidando il russo Oleg Dontov, l’ugandese Hassan Muribu e il polacco Denis Grzesiuk; nel doppio (in coppia con il veronese Davide Posenato) avversari sono stati Paul Angurajo (Guatemala)-Pedro Pablo de Vinatea(Perù) e Ilia Antonenko (Russia)-Denis Grzesiuk (Poloni); infine nel doppio misto, sua compagna la russa Elena Zhuravskaya, la sfida è stata con Pavel Kulikov (Russia)-Lenaig Morin (Francia) e i turchi Ilker Tuzcu-Halime Yildiz .

L’impatto col badminton di altissimo livello è stato molto positivo, e l’atleta genovese ha avuto modo mostrare le potenzialità di cui è dotato, arrendendosi ad avversari decisamente più esperti e adulti solo alla fine estenuanti partite giocate sul filo dei punti, raccogliendo commenti fortemente positivi anche da parte dei tecnici delle altre Nazioni.

Va ricordato che il giovane azzurro ha potuto contare solo sugli allenamenti svolti sotto la guida del C.T. Galeani con cadenza trisettimanale presso il Centro Federale di santa Severa presso Roma e su saltuarie sessioni presso i palazzetti di Borzonasca e Chiavari, poiché dall’inizio della pandemia nessun impianto nel Comune di Genova è riuscito a garantire la continuità dell’attività e della preparazione.

Resta comunque un bagaglio di esperienza fondamentale per la crescita sportiva del ragazzo del Genova Badminton Club, che torna più consapevole del grandissimo lavoro da fare per gareggiare a livello internazionale.

Come dichiarato dal Presidente della Fiba, Carlo Beninati, lo sguardo è puntato su Parigi 2024, senza dimenticare che nello stesso anno Genova sarà Capitale Europea dello Sport, occasione nella quale il movimento del badminton e parabadminton è determinato a portare degli eventi che possano far accrescere la conoscenza di uno degli sport più praticati al mondo.